Trend 2018: Pavimento in legno per interni

Pavimenti in legno per interni

Pavimenti in legno per interni: Nuovi Trend

Pavimenti in legno per interni

I pavimenti in legno per interni rappresentano una vera e propria tendenza nell’ambito dell’arredo per la casa . Per l’arredo interno del 2018, poi, non resta che l’imbarazzo della scelta.

Il legno per pavimento per interni spazia infatti dal rovere, al ciliegio fino ad arrivare all’ulivo, ultimissima tendenza del 2018.

Trend#1: Wengè

Per un pavimento in legno, di classe, non bisogna escludere nemmeno il wengè, legno naturalmente molto scuro, ma disponibile anche in un colore più chiaro e adatto ad abitazioni dallo stile moderno, semplice ed essenziale.

La scelta del pavimento in legno per interni dipenderà sempre dal gusto personale, dallo stile dell’abitazione, ma anche dalla zona in cui lo stesso pavimento verrà posato.

Il legno, infatti, non presenta sempre le stesse caratteristiche di resistenza e calpestabilità. Queste ultime dipendono dal tipo di essenza del parquet.

Trend#2: RovereAlabama Rovere

Il rovere, ad esempio, è un legno adatto a superfici sottoposte a un intenso calpestio. Qualitativamente molto resistente, il rovere è anche un legno molto pregiato e altrettanto resistente all’usura e al calpestio. Disponibile in varie tonalità di colore, sia chiaro che scuro, il rovere rappresenta un classico nella scelta del pavimento per interni.

Per quest’anno, poi, ma anche per quelli a venire, andrà molto di moda il legno di rovere vintage, ovvero legno di rovere recuperato da tetti e pavimenti di vecchie cascine.

Questo materiale conserva tutta la storia del legno recuperato da luoghi rustici e remoti. Per scegliere il pavimento in legno per interni ideale, basta, semplicemente, conoscere le caratteristiche del legno scelto.

Trend#3: Pavimento per interni in diverse tonalità

Il pavimento per interni in ciliegio presena tutto il calore delle tonalità di questo legno. Sempre un grande classico nell’ambito del parquet, ma un po’ più delicato del rovere e non adatto a pavimenti sottoposti a intenso calpestio.

Il pavimento per interni in faggio è realizzato con un legno dai colori tenui e chiari, quasi sul bianco. Colore che può assumere i toni del rosa durante il trattamento con vaporizzazione ed essiccazione. Un po’ più duro del ciliegio, il faggio presenta la stessa eleganza del wengè sbiancato, ma non è adatto a pavimenti molto calpestati.

Il legno di ulivo è entrato da pochissimo nella rosa dei materiali del pavimento per interni. Grazie alla sua compattezza e durezza, questo legno consente di realizzare listelli per parquet molto durevoli e resistenti. Un pavimento per interni, con la venatura del legno di ulivo, dona all’ambiente interno un aspetto accogliente e naturale. Il pavimento di ulivo è anche molto resistente ai tarli e all’usura.

Trend#4: Pavimento in legno grezzo

I classici pavimenti in legno per interni hanno sempre una finitura grezza. Di solito, i pavimenti in legno grezzo vengono lucidati e verniciati dopo la posa e prima del calpestio.

Questi trattamenti possono richiedere anche più di un mese. Se non volete aspettare così tanto, per godervi il vostro pavimento in legno, potete scegliere il parquet prefinito, ovvero trattato in fase di produzione e già pronto per la posa e il calpestio.

I pavimenti in legno per interni grezzi conservano tutte le venature e la storia del legno naturale. Sono preferiti in caso di listelli realizzati con legno di recupero. Questa tipologia di pavimento può essere a tre strati, ovvero con listelli composti da tre diverse patine di legname.

I pavimenti in legno per interni, lucidati e verniciati, subiscono trattamenti atti a smussare la superficie del legno e a renderla più lucida o adatta a uno stile particolare.Per un effetto naturale, i pavimenti in legno vengono trattati con materiali naturali.

Trend#5: Pavimento con vernice a olio naturale

Per il 2018, il trattamento di tendenza è quello con la vernice a olio naturale. Quest’olio è ottenuto esclusivamente da materiali vegetali e consente di avere un parquet elegante, ma senza emissione di sostanze nocive.

I pavimenti in legno con finiture naturali consentono anche di rispettare le normative europee antinquinamento e di rendere più salubri le nostre abitazioni.

Trend#6: Pavimenti in legno con finitura naturale  

Non sempre però è possibile scegliere pavimenti in legno per interni con una finitura naturale. Pensiamo, ad esempio, al parquet posato in un ambiente umido come il bagno.

In questa stanza, i pavimenti in legno naturale tendono a sviluppare macchie scure che possono essere prevenute solo con una verniciatura. In alternativa, si può optare per il rovere, che, però, necessita di una verniciatura protettiva a olio e cera.

Quest’ ultima viene utilizzata dopo il trattamento con l’olio.

Trend#7: Pavimenti in Teak

Per evitare i trattamenti chimici, si può scegliere anche il pavimento in teak, un legno che, a differenza del rovere, resiste molto bene all’umidità. L’unica debolezza del teak è che tende a schiarire in ambienti particolarmente luminosi.

Fai attenzione

I pavimenti in legno per interni, disponibili sul mercato, non sempre sono in legno vero. Molto gettonati, per via del loro basso costo, sono quelli in laminato, ovvero in finto legno. Anche con quelli in legno però si rischia di andare incontro a fregature, specie per quanto riguarda la provenienza dei legnami.

Attenzione a quelli provenienti da Paesi dove non esiste alcun controllo sulla loro qualità o da zone particolarmente inquinate. Anni fa, fece scandalo la storia dei presunti legnami raccolti nei boschi di Chernobyl, regione dell’Ucraina contaminata dalle radiazioni dell’omonima centrale

Puntare sulla qualità dei materiali non garantisce solo stile ed eleganza, ma anche una maggiore protezione per la salute dei consumatori. Naturalmente, il prezzo dei pavimenti in legno per interni di qualità sarà più alto rispetto a quelli di qualità bassa o scadente.

Conclusione

Per quanto riguarda i prezzi, questi dipendono non solo dalla qualità del legno, ma anche dall’essenza, dalla lavorazione del pavimento e dalla grandezza dei listelli.

In genere, i pavimenti in legno per interni, di alta qualità , hanno un prezzo medio di 70 euro al metro quadro. Tuttavia, se si scende nel dettaglio delle varie offerte, si può scoprire che il pavimento in teak, di prima scelta, costa 30 euro al metro quadro con listelli e 50 con listone.

Quello in rovere naturale, invece, costa circa 50 euro al metro quadro. In ogni caso, prezzi troppo bassi a quelli appena citati possono riferirsi a materiali di scarsa qualità o addirittura nocivi per la salute.

I prezzi più elevati si riferiscono sempre a pavimenti in legno massiccio o massello. Questi parquet usano legname ricavato dal tronco dell’albero e non dalla corteccia e, quindi, più resistente.

Per tutto il resto, sappiate che i pavimenti in legno per interni , di qualità e lavorati artigianalmente, sono durevoli, versatili e in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di gusto e di stile.

Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.

Informativa sulla Privacy:
ai sensi dell’art.13 del D.Lgs. 196/2003 ed alla Privacy Policy di Almafloor.it si informa che con l’invio del presente modulo si autorizza Giorio srl al trattamento dei dati personali riportati nel modulo stesso con le modalità e nei termini dell’informativa resa.

Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.

Informativa sulla Privacy:
ai sensi dell’art.13 del D.Lgs. 196/2003 ed alla Privacy Policy di Almafloor.it si informa che con l’invio del presente modulo si autorizza Giorio srl al trattamento dei dati personali riportati nel modulo stesso con le modalità e nei termini dell’informativa resa.

Newsletter

Subscribe to the newsletter and be updated on all our new products!


Newsletter

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato su tutte le nostre novità!